Finisce a processo il presidente della comunità islamica di Bergamo: si è intascato 5 milioni di euro




( Il Populista) – Nuova udienza, giovedì, del processo che vede imputato con l’accusa di truffa aggravata Imad El Joulani, 58 anni, cardiologo giordano già presidente del centro culturale islamico di Bergamo di via Cenisio e ora presidente della Comunità Islamica bergamasca (Cib).

Avrebbe sottratto all’associazione 4 milioni e 980mila euro versati, attraverso l’Ucoii (Unione comunità islamiche d’Italia), dalla Qatar Charity Foundation, la fondazione dell’emirato arabo, al centro culturale islamico di via Cenisio per la realizzazione di una nuova moschea.

A testimoniare (contro), il tesoriere dell’Ucoii Mohamed Ibrahim El Ramal, che con la sua denuncia aveva fatto scattare l’inchiesta della magistratura; l’uomo ha spiegato che si fidava di El Joulani: “Per questo motivo avevo disposto il bonifico, in varie tranche, dei 4 milioni e 980mila euro. Scoprii tutto all’inizio del 2015, quando El Joulani si rifiutò di dare conto dei progetti di realizzazione della nuova moschea. Non ce li fornì mai. Gli chiedemmo di restituirci la somma. Ma lui si rifiutò”.

Con fonte Il Populista

redazione riscattonazionale.org