Ostia, Marsella (Casapound) toglie la bandiera arcobaleno dall’Aula: “Tolgo pure Mattarella”




OSTIA – Il consigliere Luca Marsella di Casapound, nella giornata contro l’omofobia (un’altra finta emergenza utilizzata dai gay per ottenere i matrimoni contro natura e ora anche la schifezza dell’utero in affitto), toglie la bandiera arcobaleno dall’aula consiliare e promette: “Tolgo pure l’immagine di Mattarella”.

CasaPound contro Movimento 5 Stelle: il match va in onda al X Municipio, più precisamente nell’aula consiliare Massimo Di Somma a Ostia. Con il partito guidato da Di Stefano che rimuove – per mano di Luca Marsella, che lo comunica anche sul suo profilo Facebook – la bandiera arcobaleno.

I motivi

Un gesto che – in un certo senso – sicuramente si oppone alla Giornata internazionale contro l’omofobia. Marsella però precisa i motivi della rimozione forzata del vessilo della pace: “Stamattina entro in aula e trovo la bandiera arcobaleno accanto al tricolore“.

Sul profilo pubblico Facebook, il consigliere del partito della tartaruga scrive: “Chiedo cosa significhi e scopro che è semplicemente lì contro estremismi e discriminazioni. Ho tolto quella bandiera messa dal M5S, che in un aula istituzionale non c’entra nulla e rappresenta soltanto una prevaricazione. E basta con queste idiozie, pensiamo ai problemi di Ostia“.

E punte i pentastellati: “Se volete dimostrare coraggio domani portate la bandiera della Palestina”. Poi chiude il post con una dichiarazione audace: “Prima o poi tolgo pure la foto di Mattarella

.

Con fonte Il Giornale

redazione riscattonazionale.org

Redazione riscattonazionale.org