Terrore a Milano: africano amato minaccia i passeggeri del bus. Poliziotti eroi lo atterrano a calci e l’arrestano (Video)




MILANO – Momenti di terrore nella stazione degli autobus di Lampugnano, quartiere alle porte di Milano. Un immigrato africano armato di coltello blocca la partenza di un autobus e minacce passeggeri con un coltello. Due eroici agenti della polizia di Stato riescono ad atterrarlo con un calcio ed ammanettando non senza difficoltà.

Poco prima dell’una di pomeriggio, un immigrato di origine africana, armato di coltello e con una bottiglia di birra ancora in mano, ha bloccato la partenza di un pullman della ditta Salemi che era diretto verso la Sicilia (guarda il video). “Queste sono le situazioni nelle quali si trovano ad operare le forze dell’ordine ogni giorno – tuona il Sap – ogni istante impiegato per decidere come fermare questi soggetti può essere fatale”.

Secondo la testimonianza della collega Sofia Dinolfo, giornalista siciliana a bordo del mezzo, il giovane immigrato si è messo al centro della carreggiata vicina alle pensiline, dove diversi turisti e studenti fuori sede stavano assistendo alla scena tra stupore e paura, impedendo così all’autobus di partire. Poi, si è avventato prima contro alcuni passanti, poi contro due poliziotti del commissariato di Bonola che, trovandosi in quel momento in servizio nelle vicinanze della rimessa degli autobus, sono immediatamente entrati in azione per bloccare il giovane africano.

Proprio mentre stavano intervenendo le forze dell’ordine, l’autista dell’autobus ha iniziato a riprendere la sccena con il proprio cellulare. Nel video, che ilGiornale.it pubblica in esclusiva, si notano i momenti salienti dell’azione dei poliziotti che hanno disarmato il giovane africano che, poco prima, aveva anche scagliato la bottiglia di birra contro i finestrini dell’autobus. Le forze dell’ordine sono riuscite far mollare all’extracomunitario la presa del coltello e ad ammanettarlo. Poco dopo, il pullman della Salemi ha potuto prendere la marcia verso la Sicilia, mentre il ragazzo è stato portato in commissariato.

Con fonte Il Giornale

redazione riscattonazionale.org